Una giornata a Porto Venere

Una giornata a Porto Venere tra le bellezze del Golfo dei Poeti e un mare cristallino

una giornata a Porto Venere

Siamo partiti perché è stato il regalo di compleanno della mia dolce metà; dovevano essere due giornate ma poi sì è concluso con una giornata a Porto Venere. Per il secondo giorno del nostro week end (Lerici) ho speso altre parole in un altro post.

Partenza presto e arrivo in mattinata. Giusto il tempo di lasciare le valigie in hotel e poi pronti per il tour di Porto Venere, Patrimonio dell’UNESCO.

Una giornata a Porto Venere

Avrei già tanti consigli da darvi ma ve ne dico subito uno perché è quello a cui tengo di più: non entrate nel parcheggio coperto “Gemelli” a fianco del capolinea degli autobus. Si tratta della mia esperienza ma ne va della vostra pazienza e delle vostre tasche. Spazi eccessivamente stretti e prezzi da capogiro nonostante si trattasse dei primi giorni di Febbraio.

Ma passiamo alle cose belle della nostra giornata a Porto Venere.

Non appena messo piedi sulla penisola (perché stiamo parlando di una penisola, lo si nota immediatamente!) non potrete che fotografare le case colorate tipiche della Liguria. Si trovano proprio sul piccolo porticciolo ricco di barche dei pescatori.

Una giornata a Porto Venere tra le case colorate del porto

E’ uno degli aspetti che più amo della Liguria, mi rendono felice, colorano la mia voglia di viaggiare e poi… Le foto si tingono di sfumature che non possono che far piacere. Suscitano anche a voi queste sensazioni?

Una giornata a Porto Venere: Chiesa di San Pietro

Una passeggiata sul lungo mare fiancheggiando i ristoranti che profumano di mare fino ad arrivare al primo “must to visit”: la Chiesa di San Pietro.

Stiamo parlando una chiesa a bande bianche e nere del XII secolo. Ci  sono però due aspetti che mi hanno affascinato particolarmente:

  • la chiesa, vista da lontano, sembra quasi un castello;
  • è posizionata sulle rocce, proprio a ridosso del mare. Questo aspetto a parer mio la rende una delle chiese più belle che abbia mai visto. Vedere per credere!

 

Chiesa di San Pietro a Porto Venere

Prima di entrare, però, vi troverete davanti uno dei luoghi più caratteristici di Porto Venere, ossia la Grotta di Lord Byron.

Delle scalinate vi porteranno quasi a toccare il mare e la vista è veramente mozzafiato. Sarò ripetitivo, ma anche qui, guardare per credere!

Grotta di Lord Byron a Porto Venere

Un aspetto che vorrei far notare è la numerosità di finestrelle che danno sul mare. Ne troverete parecchie sia nella Grotta di Lord Byron che lungo il percorso per raggiungere il Castello Doria.

Arriviamo finalmente sulla punta della penisola e quindi alla Chiesa di San Pietro.

Una piccola scaletta permette la salita sul tetto della chiesa ma nulla di particolarmente emozionante.

Differente invece l’interno. Nonostante le dimensioni ridotte, la chiesa si presenta bellissima. Le fasce bianche e nere continuano anche all’interno e la luce proveniente dalle due finestrelle posizionate dietro l’altare illuminano l’intera chiesa. Molto carina!

Per noi era arrivata l’ora di pranzare: anche questo è stato un tasto un po’ delicato in quanto il posto nel quale abbiamo pranzato non ci ha soddisfatto. Probabilmente scriverò un post breve nel quale potrò dare libero sfogo alle mie critiche 🙂 ma non vi preoccupare, inserirò anche gli aspetti che mi hanno colpito di più della visita. AGGIORNAMENTO: eccolo qui!

Una giornata a Porto Venere: Castello di Doria

Post-pranzo e quindi una camminata costernata da molti gradini. Perché? Perché abbiamo deciso di intraprendere la salita al Castello di Doria.

Il Castello di Porto Venere domina l’intera penisola fornendo una vista molto emozionante sul mare aperto. La visita al castello avrà un costo di 5 Euro.

Tutte le viette in pietra che portano al castello valgono comunque lo sforzo. Lungo questo percorso vi imbatterete nel Santuario della Madonna Bianca, patrona di Porto Venere e i resti di due antichi mulini a vento.

Mulini a vento Porto Venere

Una giornata a Porto Venere: le isole

Parliamo adesso delle Isole? Beh io avrò ben poco da raccontarvi in quanto in questo periodo non è possibile prendere imbarcazioni che vi porteranno alle isole di Palmaria, Tino e Tinetto. Palmaria la vedrete comunque molto bene in quanto si trova molto vicino alle coste rocciose della Penisola (e inoltre si tratta di un’isola parecchio vistosa). Le altre due ho avuto il piacere di vederle da molto lontano, durante la visita a Lerici

Non vi basta? Prendete la macchina, le 5 Terre non sono lontane da Porto Venere.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *