Rhêmes Notre-Dame : 5 motivi per andare in Valle d’Aosta

Rhêmes Notre-Dame si trova nella Val di Rhêmes, valle laterale della Valle d’Aosta. Luogo perfetto per sciare, per mangiare bene e per respirare aria fresca e pulita; per questo motivo vi dirò 5 motivi per il quale vale la pena andare in Valle d’Aosta.

Rhemes Notre-Dame

Partiamo da una piccola intro! Come ci sono arrivato a Rhêmes Notre-Dame? Sono stato ospitato da amici per passare il capodanno assieme, immersi in scenari innevati come solo questi luoghi possono offrire. Ma non vi voglio parlare di fiaccolate lungo le piste oppure dei fuochi d’artificio più colorati della valle, vorrei semplicemente soffermarmi sui particolari che mi hanno colpito e per il quale tornerei anche domani.

Quindi…

5 motivi per andare a Rhêmes Notre-Dame

Piste da sci

Beh, non si poteva che partire da questo. Il piccolo comune di Rhêmes Notre-Dame conta meno di 100 abitanti e il suo turismo è composto principalmente da persone legate al mondo degli sci. 

Non sono un esperto del settore in quanto non indosso un paio di sci da parecchio tempo, eppure riesco ad immedesimarmi negli occhi degli appassionati perché solamente mettendo piede in queste zone ho potuto valutare la bellezza delle piste sciistiche che si possono trovare. 

Non solo sci di discesa (e quindi grandi ed attrezzati impianti di risalita). Anzi…

Le piste per lo sci di fondo sono enormemente sviluppate e per nulla affollate.

piste sci di fondo

Insomma, se avete intenzione di passare un bel week-end sulla neve questo è il posto ideale.

Luogo perfetto per le famiglie

Ripeto, luogo perfetto per le famiglie! 

Sì perché in questi posti la gente conosce il segreto per farti sentire bene e poi perché esiste una zona perfetta per i più piccoli (attenzione, anche per i più grandi).

Sto parlando del parco giochi sulla neve che farete fatica a non notare.

Qui il link per maggiori contatti

Le tariffe sono accessibili (il giornaliero 9 euro mentre il pomeridiano 6 euro) e al suo interno potrete godere di ciambelle, slitte, snowbike (le biciclette con gli sci, io appena le ho viste non credevo ai miei occhi) con le quali potrete scendere giù dalle discese innevate infinite volte. 

Ottimo cibo

Perché in montagna non si può che mangiare bene, no?

Ho potuto testare il ristorante che si trova all’interno dell’Hotel Grande Rousse (consigliato!) e ho mangiato tanto e bene. Il menù turistico offre menù alla carta oppure menù con coperto incluso con la possibilità di decidere tra alcuni piatti: con 14 Euro avrete o primo piatto+secondo piatto+dessert o antipasto+secondo piatto+dessert, con 12 Euro, invece, o primo piatto+secondo piatto oppure antipasto+primo piatto+dessert.

Io ho optato per la polenta concia e la cotoletta alla valdostana (sempre seguendo il principio di provare i piatti locali) e vi assicuro che uscirete soddisfatti e completamente sazi.

Polenta concia della Valle d'Aosta

Curiosità: conoscete la grolla o coppa dell’amicizia? Si tratta di un recipiente di legno tipico della Valle d’Aosta con tanti beccucci in modo tale che possano bere più persone dallo stesso recipiente. Al suo interno si trova il Caffé alla Valdostana che sarebbe una bevanda composta da caffé, grappa, zucchero e scorzette di limone e arancio.

Grolla

Piacevoli passeggiate

Una mattinata l’abbiamo dedicata alla passeggiata sulla neve. Rhêmes Notre-Dame offre lunghi percorsi nel quale passeggiare chiaccherando con un amico oppure scattando qualche foto-ricordo. I percorsi vi permetteranno di stare a contatto con la natura e osservare anche la parte più rocciosa delle montagne.

Lago Pellaud a Rhemes

Inoltre potrete osservare il Lago Pellaud che durante i periodi più freddi lo ritroverete completamente ghiacciato. Il lago si trova all’interno del bosco ma perfettamente attrezzato con panchine e tavoli per il pic-nic.

Lago Pellaud nel bosco

Scenari mozzafiato

Per questo lascerei parlare le immagini che valgono più di mille parole.

Vista Rhemes Notre-Dames

Fiume a Notre dame

casetta tipica

Fiumiciattolo a Rhemes N.Dame

passeggiata Rhemes N.D

Spero che questo articolo vi sia stato d’aiuto o più semplicemente vi abbia fatto viaggiare con me. Vi ricordo di iscrivervi alla newsletter e di seguirmi sui social in modo tale da rimanere sempre aggiornati; inoltre se non l’avete ancora fatto, potete leggere l’About me, ossia l’introduzione al blog dove dico anche due parole su di me e sulle mie passioni.

A presto.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *