Neive, uno dei borghi più belli d’Italia

Girovagando nel cuneese, tra Barbaresco e Castagnole delle Lanze, si può avere il piacere di imbattersi in Neive, piccolo borgo in stampo medioevale situato nelle Langhe.

In questo comune la vita scorre tranquilla tra un calice di vino e uno sguardo sul verde delle sue colline; sarà anche per questo motivo che Neive si è aggiudicata uno spazio tra i borghi più belli d’Italia. Andiamo però per step e scopriamo cosa ha da offrirci il paese.

Neive borgo

Neive, il borgo piemontese delle Langhe

L’aspetto che più amiamo quando passeggiamo in un borgo come quello di Neive sono le stradine lastricate di ciottoli e le mura antiche; la fortuna che possiedono i tremila (poco più) abitanti è quella di poter vivere la grazia e la storia di alcuni luoghi della provincia circondati da un panorama verde ricco di filari.

Non appena abbiamo attraversato la porta di ingresso al centro storico abbiamo percorso una stradina in salita costeggiando le mura del borgo. Quest’ultima è costernata di osterie che hanno da offrire i prodotti delle migliori aziende vinicole della zona, senza dimenticare i must to eat della cucina tipica piemontese.

Cosa vedere a Neive

Neive deve il suo nome, con molta probabilità, alla nobile famiglia romana Gens Naevia che possedeva questi territori. Neive, infatti, fu un insediamento romano che fu soggetto delle invasioni barbariche. 

Per difendersi dagli attacchi dei Saraceni fu costruito sul colle un castello. Il castello ad oggi non è più presente anche se è rimasto tutta la struttura del paese in stile medioevale con la presenza dei tetti rossi addossati uno sull’altro.

Cosa vedere a Neive?

  • la casa-forte della famiglia Cotto risalente agli inizi del XIII secolo;
  • la Torre dell’orologio di Neive costruita nel 1224 sotto il dominio degli astigiani. La torre è il punto più alto di Neive, nel muro si trova una lapide funeraria romana;
torre dell'orologio di Neive
  • la Torre del Monastero risalente addirittura al X secolo. Si tratta dell’unica superstite del monastero benedettino di Santa Maria del Piano;
  • a pochi passi dalla Torre dell’orologio è presente un bellissimo punto panoramico che mette in risalto lo splendore dei paesaggi collinari che si possono godere nel cuneese. Sul posto è presente una panchina sul quale rilassarsi e respirare l’aria pulita di Neive;
neive punto panoramico
  • da non dimenticare le cappelle cinquecentesche dedicate a San Rocco e San Sebastiano;
  • a pochi passi dal centro storico è presente il cimitero nuovo; si tratta di cappelle in stile neogotico da includere nell’arte novecentesca (scultore Carlo Biscarra di Torino);
  • spostandosi dal centro storico, a pochi chilometri è presenta una delle tante panchine giganti del progetto intitolato “Big bench community project”; il luogo perfetto per gustare dal vivo lo splendore delle colline ricche di vigneti delle Langhe.

Neive uno dei borghi più belli d'Italia

Neive è stata inserita nel club dei Borghi più belli d’Italia creato dalla Consulta del Turismo dell’Associazione dei Comuni Italiani.

All’interno di questo club sono presenti i migliori borghi d’Italia nel quale passare un’ottima giornata all’insegna della storia, dei panorami mozzafiato e della buona cucina della tradizione italiana. Viene quindi facile capire per quale motivo Neive sia stata inserita in questa lista.

neive borgo medioevale

Cosa mangiare e bere a Neive

Il prodotto enogastronomico per eccellenza è il Barbaresco, vino rosso granato e intenso che viene prodotto strettamente nei comuni di Barbaresco, Neive e Treiso; si accosta perfettamente con il salame profumato della zona e insieme costituiscono un perfetto aperitivo sulle Langhe.

Essendo Neive a pochi chilometri da Alba possiamo includere i piatti tipici di questa terra e quindi il tartufo bianco di Alba, i tajarin e la carne cruda all’albese; da non dimenticare le ottime nocciole delle Langhe.

I prodotti enogastronomici locali si possono trovare anche durante le varie feste e ricorrenze di Neive: ad aprile la “corsa di pasquetta”, a maggio la “primavera del borgo”, a giugno “Neive in bollicine”, a settembre la festa del patrono e il pranzo del vendemmiatore, senza dimenticare il Natale nel bellissimo borgo di Neive.

Come arrivare a Neive

Noi abbiamo optato per la macchina, il mezzo più comodo per raggiungere il borgo di Neive; inoltre i parcheggi non a pagamento sono molti e non sarà complicato trovarne uno libero.

Se si arriva da Torino si può prendere la strada statale 29 fino a Vezza e poi la strada provinciale per Neive. Se si arriva da Cuneo basterà prendere la statale 231 in direzione Asti e poi seguire le indicazioni dopo aver superato l’incrocio di Castagnito. Se si arriva da Milano prendere l’autostrada A7 fino a Tortona e poi l’A21 fino all’uscita di Asti Est e poi in direzione Alba.

In alternativa si può arrivare con il treno fino alla stazione di Neive sulla linea Asti-Alba oppure quella che collega Torino ad Alba e poi Neive.

Sei interessato ad altri post indirizzati alle Langhe? Ecco qui…

Sei sei interessato/a a rimanere sempre aggiornato/a sui nostri consigli e itinerari di viaggio, iscriviti alla Newsletter (al fondo di questa pagina oppure sulla homepage).

Siamo presenti sui principali social come Facebook, Instagram, Pinterest e Twitter.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *