Meraviglie, il programma di Alberto Angela racconta i tesori italiani

Capisco che magari non sarà un articolo attinente al 100% alle discussioni trattate sul sito, capisco che magari questo articolo non avrà contenuti di utilità comune come idee e consigli ma più che altro opinioni e ammirazioni…Eppure mi sento di parlare di Meraviglie, il nuovo programma di Alberto Angela che ci porterà a conoscere le bellezze del nostro Paese.

(Leggi fino al fondo per leggere i contenuti delle quattro puntata che sono andate in onda)

programma alberto angela

Meraviglie, la prima puntata condotta da Alberto Angela ottiene un risultato record

Il programma condotto dall’amatissimo Alberto Angela è andato in onda Giovedì 4 Gennaio, in prima serata, con la prima puntata, e lo farà per altri tre episodi. 

Il successo del primo episodio è stato incredibile, uno share che si aggira sul 24%. Gli italiani sono stati incollati al teleschermo, in un susseguirsi di immagini piene di cultura e interesse comune.

Qual è il motivo del successo del programma di Alberto Angela?

L’apprezzamento del programma di Alberto Angela proviene anche dal mio blog (anche se in ritardo). Il motivo?

Forse perché si tratta di allontanarsi leggermente dai tipici programmi che ormai ogni anno si conquistano lo share ma che a livello di contenuti scarseggiano? Una grossa fetta degli italiani è stanca del solito trash a cui l’Italia ci sta abituando negli ultimi anni. Probabilmente l’Italia ha bisogno anche di programmi che trasmettano contenuti di qualità.

Il polemicone potrebbe dirmi: “sì ma la qualità dei contenuti è soggettiva! “

Vero, sono infatti il primo alcune volte a voler staccare e dedicarmi a programmi divertenti e poco impegnativi. Eppure se ogni tanto si presenta un programma così ricco di elementi interessanti e spiegato in modo semplice e coinvolgente come solo Alberto Angela è capace…Beh il risultato di questo successo è spiegato.

Siena centro programma alberto angela

Italia, patrimoni dell’umanità dell’Unesco

I luoghi visitati durante le puntate verteranno sulle Meraviglie dell’Italia identificate come patrimoni dell’umanità dell’Unesco. 

L’Italia ne ha talmente tanti da considerarsi il paese che detiene il maggior numero di patrimoni dell’umanità con ben 53 beni registrati, uno in più rispetto alla Cina.

Meraviglie, prima puntata e luoghi visitati

Il programma di Alberto Angela ha avuto fin dalla prima puntata una scaletta molto ricca, che ha tenuto gli spettatori incollati al televisore per quasi due ore.

Primo macro-argomento trattato è stato il Cenacolo e quindi l’Ultima Cena di Leonardo da Vinci. Ne ha raccontato i particolari rilevanti dell’opera come i nasi e le mani dei protagonisti, la sua storia e la sua importanza acquisita. 

Collegato a Leonardo si è parlato dei Navigli di Milano e dell’innovativo sistema di chiuse apportato alla città.

Si è passati poi a Siena, città interamente riconosciuta tra i patrimoni dell’umanità dell’Unesco per finire con la splendida Valle dei templi di Agrigento, lungo il percorso dei numerosi templi come il Tempio della Concordia.

Valle dei templi Agrigento alberto angela

Negli intermezzi scenari e alcune frasi interessanti anche per il Forte di Fenestrelle in Piemonte e l’Isola Bella sul Lago Maggiore.

Grandi ospiti della puntata: Philippe Leroy, Gianna Nannini e Andrea Camilleri.

 

Meraviglie, seconda puntata e luoghi visitati

Mercoledì 10 Gennaio è andata in onda la seconda puntata del programma di Alberto Angela.

Anche in questo caso un tour molto interessante sulle meraviglie d’Italia toccando in particolar modo la Reggia di Caserta, le terre del Barolo e il castello di Grinzane Cavour e la tenuta di Fontanafredda fino ad arrivare ad Assisi.

Negli intermezzi si è parlato dei Bronzi di Riace, il David di Michelangelo, l’Abbazia di San Galgano e il Labirinto della Masone.

Reggia di Caserta

La puntata è cominciata proprio con la Reggia di Caserta, la residenza reale più grande al mondo.

Reggia di Caserta programma di Alberto Angela

Un racconto affascinante che ha visto Alberto Angela all’interno della reggia, mostrando i dettagli e le ricchezze che appartenevano ai Borbone di Napoli.

Coinvolgenti le parole spese per l’importanza dell’acqua e quindi l’acquedotto di Vanvitelli, le bellezze del complesso di San Leucio e i dettagli della Sala del Trono.

Spostandosi lungo il parco della reggia, Alberto Angela ha parlato delle fontane, in particolar modo della Fontana dei Delfini che presenta una vasca di 470 metri e profonda 3 metri. A conclusione dello spezzone sulla reggia alcuni particolari sul giardino all’italiana e quello all’inglese.

Langhe e Barolo

A metà puntata si è spostato in Piemonte, nelle Langhe e in particolar modo nelle terre del famosissimo vino Barolo, apprezzato in tutto il mondo. Inizialmente nel Castello di Grinzane Cavour che ospita un grandissimo torchio che veniva utilizzato in passato proprio per il vino e poi nella tenuta di Fontanafredda con le vicende di Vittorio Emanuele II, primo re d’Italia.

Assisi e Basilica di San Francesco

Basilica di San Francesco Assisi

Ultimo grande spezzone quello riservato ad Assisi. Come ci aspettavamo, si è parlato di San FrancescoGiotto e Cimabue ma non solo: approfondimenti anche sul terremoto avvenuto nel 1997 che portò al crollo di molti affreschi presenti nella basilica e poi l’Assisi sotterranea e quindi il Foro Romano e le Domus Romane.

Ospiti della puntata sono stati: Toni Servillo, Paolo Conte e Monica Bellucci.

Grande affluenza anche su Twitter grazie all’hashtag #meraviglie.

Meraviglie, terza puntata e luoghi visitati

Il meraviglioso tour di Alberto Angela continua. Quali luoghi avrà visitato in questo terzo episodio?

Pisa e la Piazza dei Miracoli

La puntata cominciava con Pisa e la famosissima Piazza dei Miracoli.

Non si poteva che soffermarsi sulla Torre di Pisa. E’ stato raccontata la sua costruzione, delle motivazioni per la quale ha cominciato a pendere e del fatto che abbia la forma di una colonna (composta da colonne, avevate fatto caso a questo particolare?).

Successivamente è arrivato il momento del Duomo di Pisa e del Battistero di San Giovanni, il battistero più grande di tutta la storia della cristianità. 

Molto interessante anche i particolari su Campo Santo (o camposanto monumentale) e le vicende della Statua di Leonardo Fibonacci.

I Sassi di Matera

Sassi di Matera

Seconda meraviglia visitata: i Sassi di Matera. Lo sapevate che sono state girati tanti film a Matera? E che in tutti questi casi la città fingeva di essere un’altra? Una volta Gerusalemme, un’altra un paese siciliano…

Matera è anche la città delle chiese. Sono tantissime quelle dislocate lungo i sassi come la Chiesa di Santa Maria di Idris, San giovanni in Monterrone e il Duomo.

Le Dolomiti

Ultimo macro-spezzone quello dedicato alle Dolomiti.

Le immagini spettacolari del rilievo di Sass Pordoi, gli abeti delle Dolomiti e i racconti su Stradivari che si dice che scegliesse con cura gli abeti migliori per la realizzazione dei suoi violini.

A proposito di Stradivari, avete letto l’articolo sul Museo del Violino di Cremona? Stradivari ne è il protagonista.

Negli intermezzi sono state presentate altre meraviglie come la Certosa di Padula, la Cappella di Teodolinda nel Duomo di Monza, il nuraghe Santu Antine in Sardegna e il  Pozzo di San Patrizio a Orvieto.

Ospiti della serata: Andrea Bocelli, Sergio Castellitto e Uto Ughi.

Meraviglie, quarta puntata e luoghi visitati

Anche la quarta puntata è stato un stato un successo sia dal punto di vista dello share che dal riscontro sul web. In questo modo si conclude splendidamente il progetto del programma di Alberto Angela. Ma che cosa abbiamo visto in questa quarta puntata?

Alberobello e Castel del Monte

Il tour della quarta puntata è stato incentrato sui trulli pugliesi. Alberobello in primis è stata inquadrata in lungo e in largo portando l’amato conduttore a spiegare perfino le tecniche utilizzate per la costruzione di ogni singolo trullo.

Castel del Monte, in tutto il suo splendore, maestoso e ricco di storia ha seguito Alberobello.

Castel del Monte, voluto da Federico II, è stato raccontato anche da Riccardo Muti che ha parlato della prima volta che ha visitato il castello e di come l’abbia particolarmente ispirato.

Castel del Monte Meraviglie

Tarquinia e Cerveteri

Nella seconda parte del tour i protagonisti sono state le civiltà etrusche. In particolar modo si è parlato delle necropoli.

Le città erano particolarmente affollate e Alberto Angela ha raccontato che riuscivano a superare anche i 50000 abitanti. 

Molto importanti anche gli oggetti di vita quotidiana in quanto dovevano essere di aiuto alle persone che si trovavano nell’aldilà, secondo le teorie religiose.

Ville del Palladio di Vicenza

Il terzo macro spezzone è stato dedicato alle ville del Palladio di Vicenza.

Grande importanza quindi all’architetto Andrea Palladio vissuto nella Repubblica di Venezia.

Alberto Angela ha poi raccontato de “La Rotonda”, nei pressi di Vicenza e conosciuta come una delle più belle del Palladio. Ospite della puntata che ha arricchito questo ultimo spezzone è stata Gigliola Cinquetti.

 

Spero che questo articolo, aggiornato di puntata in puntata, sia stato di vostro gradimento.

Vi ricordo di iscrivervi alla Newsletter e di seguire la pagina Facebook del Blog per rimanere sempre aggiornati.

A presto

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *