Cosa vedere a Genova in giornata

Genova in un giorno: le tappe da non perdere

Partenza e ritorno in giornata: cosa vedere in un giorno a Genova?

Genova è il capoluogo della Liguria ed è meta di tantissimi turisti, in particolar modo con l’avvicinarsi dell’estate.

Se sei in partenza nelle giornate più affollate rischierai quindi di dover fare alcune code, in particolar modo alla biglietteria dell’Acquario di Genova.

Cosa leggerai in questa guida:

Ho intensione, però, di indicarti quali sono le mete da non perdere durante le 24 ore a Genova, così da evitare le lunghe attese e per dedicare il secondo giorno di un eventuale weekend ligure in un’altra città.

Palazzo Reale e Salita di Santa Brigida

Pensi di partire dall’Acquario di Genova? Te lo sconsiglio! Ho avuto modo di constatare che è proprio al mattino che si creano gli affollamenti davanti alla biglietteria del più famoso acquario italiano.

Se, invece, avrai modo di godere della visita nel tardo pomeriggio, in pochi minuti avrai superato i controlli e ti ritroverai senza stress all’interno della struttura.

Siccome immagino che per trascorrere la tua giornata a Genova opterai per il treno, ho intenzione di far partire il mio mini-itinerario per il capoluogo ligure proprio dalla stazione (Piazza Principe).

genova in giornata

A pochi passi troverai sia il Museo di Palazzo Reale che la Salita di Santa Brigida: sentiti libero di visitare o uno dei due o entrambe le tappe.

Il Museo di Palazzo Reale è per gli amanti dei musei e delle stanze perfettamente arredate in stile reale dell’Ottocento. Amo visitare i palazzi reali in giro per le città, sia italiane che estere e quello di Genova è perfettamente in linea con le bellezze degli altri posti.

La Salita di Santa Brigida è una coloratissima e caratteristica salita che racchiude una leggenda, quella delle monache agostiniane di Sarzano: qui le monache avevano l’intenzione di costruire un monastero dedicato a Santa Brigida.

Il monastero doveva ospitare monache e frati di clausura ma questo fece insospettire immediatamente Papa Clemente VIII che decide di far allontanare tutti i frati.

Le monache abbandonarono quindi il progetto e i soldi ricavati dalla successiva vendita dei terreni portò alla costruzione di Via Balbi, una delle vie più caratteristiche di Genova.

Cattedrale di San Lorenzo e Piazza De Ferrari

Per continuare la tua giornata a Genova ti consiglio di inoltrarti nei Caruggi, le strette vie tipiche delle città liguri. Proseguendo lungo queste viette ad un certo punto potresti sbucare in prossimità della Cattedrale di San Lorenzo.

La Cattedrale di San Lorenzo è un magnifico edificio in stile gotico che mi ha impressionato in tutto e per tutto: dalla facciata alla cupola, dagli interni al campanile.

Ti consiglio di trovare il tuo tempo e prenderla con calma.

Potresti anche rilassarti sugli scalini all’ombra della chiesa e gustarti un gelato (ci sono tante alternative sullo stesso viale).

Prosegui con la piazza più importante di tutta Genova: Piazza De Ferrari.

In Piazza De Ferrari puoi ammirare: il Palazzo Ducale, il Palazzo della regione, il Teatro Carlo Felice e, ovviamente, la grande fontana in bronzo situata al centro della piazza.

Consulta la mostra presente a Palazzo Ducale e se ritieni che sia qualcosa di imperdibile ti consiglio di acquistare il tuo biglietto ed entrare all’interno del palazzo, non te ne pentirai!

Pranzo con pietanze tipiche liguri

E’ arrivata l’ora di pranzare e ti consiglio di farlo con i piatti tipici della tradizione ligure.

Lungo il centro storico o in vicinanza del porto potrai trovare tanti ristorantini nel quale provare le pietanze tipiche liguri e genovesi: lo stoccafisso, la focaccia ligure, la farinata, la trippa o se preferisci un pranzo veloce ti consiglio un cartoccio take away di pesce fritto.

Un posto che ho avuto modo di apprezzare è stato “Eataly”: pranzando al ristorante al piano superiore avrai modo di godere della vista dall’alto sul porto.

Arco di Trionfo e visita ai palazzi

Riuscirai a far tutto in un giorno a Genova? Se sei rapido sì, in alternativa ti consiglio una delle prossime due mete: l’Arco di Trionfo o la visita ai Palazzi in Via Garibaldi.

L’Arco di Trionfo si trova in Piazza della Vittoria, molto vicino ad uno spazioso parcheggio (quindi potrai arrivarci comodamente in macchina, se hai optato per l’auto). Tanti scatti per immortalarlo da tutte le angolazioni e poi le scalinate proprio alle spalle del monumento… Anche quelle meritano una foto perché sull’erba sono rappresentate le famose tre Caravelle.

I palazzi lungo Via Garibaldi, ossia la Strada Reale, meritano anch’essi una visita. Fanno parte di una serie di palazzi storici che rientrano nei patrimoni dell’umanità dell’Unesco.

Ti consiglio di visitare il Palazzo Rosso, il Palazzo Bianco e il Palazzo Doria-Tursi. Al termine della tua visita sarà arrivata l’ora di raggiungere nuovamente il porto per godersi le ultime ore genovesi all’Acquario di Genova.

Acquario di Genova

L’acquario di Genova è la meta perfetta sia per i più piccoli che per i più grandi. I più piccoli si divertiranno un mondo mentre i genitori scopriranno animali che non pensavano neppure potessero esistere.

L’acquario è un percorso nel quale si alternano moltissime vasche contenenti: squali, foche, pesci tropicali, razze, meduse, cetacei e i bellissimi delfini.

La visita dura all’incirca due ore e il prezzo è parecchio salato. Ho intenzione di darti però un consiglio: acquista online il tuo biglietto.

Ho avuto modo id riscontrare che il prezzo in biglietteria è leggermente più alto e poi, acquistandolo online salterai la coda. Non ti resterà che presentarti ai controlli.

Buona visita dell’Acquario di Genova e buon divertimento a Genova.

Sul blog puoi trovare tante guide per visitare le città italiane in un giorno. Ho inoltre creato per te un itinerario per visitare Genova in un weekend, così da non perderti nessuna bellezza del capoluogo ligure.

Che ne dici di iscriverti alla newsletter? Rimarrai sempre aggiornato a tutte le novità e agli itinerari che avremo da proporti; ci trovi anche su tutti i social con il nome di Voce del Verbo Viaggiare. A presto.

Newsletter

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *