Due giorni in Valle d’Aosta: cosa fare?

Per chi ci segue sui social avrà notato che dei nostri due giorni in Valle d’Aosta non ne abbiamo parlato molto; ci siamo presi il nostro tempo per assimilare il tutto e per poi riversare tutto su questo articolo.

Era da parecchio tempo che volevamo organizzare un week end in Valle d’Aosta e abbiamo unito anche la grande voglia di relax che necessitavamo.

Che dire, comincerei parlandovi dei due giorni in Valle d’Aosta.

Valle d'Aosta Forte di Bard

Primo giorno in Valle d'Aosta

Il primo dei nostri due giorni abbiamo deciso di dedicarlo ad un breve tour dei castelli della Valle d’Aosta.
Percorrendo l’autostrada e soprattutto la strada statale si ha la possibilità di notare la vastità di castelli che possiede questa regione.

Nei giorni precedenti abbiamo programmato alcune tappe e, ponendo la nostra fiducia unicamente alle foto trovate sul web, abbiamo deciso di dedicarci al Forte di Bard, al Castello di Fénis, Castello di Verrès e ci siamo lasciati del tempo bonus per ammirare quelli che avremmo trovato per strada.

Forte di Bard

Asti-Bard è stata la nostra direzione. Abbiamo parcheggiato l’auto nel parcheggio interrato e a pagamento fornito dalla struttura (4 euro per l’intera giornata) e dopo un veloce caffè abbiamo preso i quattro ascensori che portano all’entrata principale del forte.

Qui abbiamo trovato le casse e dopo aver scelto le visite ci siamo lanciati alla scoperta delle bellezze del Forte di Bard.

Abbiamo dedicato un articolo al Forte di Bard e quindi non vi elencherò tutti i particolari ma ci tengo a farvi capire che una visita è d’obbligo. Perché? Per la vastità della struttura, per la vista mozzafiato che si può godere dalle sue mura, per le sale dedicate ai musei e infine per il paesello di Bard che è molto carino.

vista dal castello di bard

Dopo aver concluso la visita al paese (e aver fotografato il Forte di Bard dal basso verso l’alto) ci siamo spostati in direzione Verrès. Anche in questo caso il nostro obbiettivo è stato un castello.

Castello di Verrès

Il Castello di Verrès è uno dei castelli valdostani più famosi, la sua forma è un “monoblocco” e si erge parecchio in alto. Alcune salite con la macchina per poi raggiungere uno spiazzale comodissimo per parcheggiare.

Prima di visitare il castello ci siamo concessi il nostro pranzo. Dopo alcune ricerche sul web abbiamo optato per il più vicino (e il più gettonato): La Tour.

ristorante Verres Valle d'aosta in due giorni

Il ristorante si trova proprio ai piedi del castello e offre cucina tipica della zona. Una signora anzianotta ci ha accolti e abbiamo optato per un flan ai porri con crema allo zafferano, fette di pane nero con lardo di Arnad (spettacolare!) e la più buona polenta concia che abbia mai mangiato.

Con la pancia piena abbiamo goduto ancor meglio della fantastica vista che si può ammirare dal Castello di Verrès e ne abbiamo approfittato per scattare un po’ di foto.

Unica cosa che mi sento di consigliarvi è: state attenti alle pietre che compongono la salita al castello; quando sono bagnate sono estremamente pericolose.

Castello di Fénis

Di nuovo in marcia e nuovamente alla ricerca di un castello da ammirare.

La nostra terza e ultima tappa è stata il Castello di Fénis.

Due giorni in valle d'Aosta

L’architettura del castello è magnifica e per questo aspetto è riconosciuto come uno dei castelli più apprezzati della Valle d’Aosta.

E’ contornato da una doppia cinta muraria merlata che renderà le vostre foto uno splendore, anche a grande distanza, quando percorrerete le strade dell’omonimo paese di Fénis.

Ormai il cielo si faceva sempre più scuro e quindi abbiamo deciso di raggiungere il nostro alloggio per cenare e poi riposare, pronti per una giornata di relax.

Secondo giorno in Valle d'Aosta

Il nostro secondo giorno in Valle d’Aosta abbiamo voluto dedicarlo interamente al relax. Intorno alle 9 ci siamo presentati all’ingresso delle Terme di Pré Saint Didier e nel giro di pochi minuti indossavamo già accappatoio e infradito.

Questa seconda parte non vuole essere un post di sponsorizzazione delle QC terme; eppure ci siamo divertiti e rilassati così tanto che fatico a non raccontarvi tutto quello che abbiamo vissuto.

Immergersi nel morbido calore delle acque e lo stimolante movimento delle vasche idromassaggio ci ha fatto dimenticare lo stress di tutti i giorni.

Sale relax e stanza del sale sono solamente una delle tante stanze rilassanti che offrono le terme di Pré Siant Didier.

Dal nostro punto di vista, le saune sono state una manna dal cielo. Grazie agli eventi che vengono proposti ogni giorni, abbiamo potuto godere del calore e il vapore della sauna ma con varie essenze naturali che ci hanno aperto le vie respiratorie come non mai.

Valle d'Aosta Terme Pre Saint Didier

La parte esterna, inoltre, è qualcosa di fenomenale; godersi il relax con la vista del fantastico paesaggio delle Alpi è stato unico.

Non rimane che salutarci, sperando che il racconto di questi due giorni in Valle d’Aosta vi siano stati d’aiuto per l’organizzazione del vostro viaggetto tra castelli e relax.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *