Due giorni a Praga, cosa vedere assolutamente

Una città che stimerai dopo averla vista, birra buona e leggera e una grande cordialità: due giorni a Praga per raccontarti questo e molto altro.

due giorni a Praga

Cosa vedere in un weekend a Praga

Praga è la capitale e la città più grande della Repubblica Ceca. Viene soprannominato “la città delle cento torri” e “la città d’oro”.

E’ un centro ricco di cultura riconosciuto in tutto il mondo e nel 1992 il suo centro storico è stato inserito nella lista dei patrimoni dell’umanità dall’UNESCO.

Ricordiamo, inoltre, che Praga è stata la capitale del Sacro Romano Impero tra il XIV e il XV secolo.

Curioso/a di sapere quali sono le mete da non perdere assolutamente a Praga, vero? Ecco per te la lista e tutto quello che abbiamo visto durante il nostro viaggio a Praga.

Il Ponte Carlo a Praga

cosa vedere a praga

Comincio con la meta che più ho amato a Praga: il Ponte Carlo.

Sarà perché è un luogo perfetto per una fuga romantica, sarà per le leggende che la animano o sarà semplicemente per l’immensa bellezza: il Ponte Carlo non potrà che essere una delle tue prime tappe.

Il ponte misura oltre 500 metri di lunghezza e 10 di larghezza ed è costantemente affollato da visitatori e artisti di strada. Gli artisti sono tutti incredibilmente bravi e spesso capita di trovare affollamento durante le loro esibizioni.

Fu costruito da Carlo IV e la sua costruzione proseguì per quasi mezzo secolo. Furono inoltre posizionate trenta statue di santi che ancora oggi continuano ad affascinare i turisti che affollano il Ponte Carlo.

Curiosità: mettiti alla ricerca della statua che per prima fu posizionata sul ponte; si tratta della statua di San Giovanni Nepomuceno; si dice che sfiorando la lapide sulla base della figura del santo (luogo in cui morì San Giovanni) si possa avere fortuna nei successivi dieci anni e inoltre assicura il proprio ritorno nella capitale ceca.

Vista dalla Torre del Ponte Carlo

vista dal ponte carlo a praga

Il mio personale consiglio è quello di salire sulla Torre del Ponte Carlo (della Città Vecchia).

Il prezzo del biglietto è di 100 CZK intero e 70 CZK ridotto. 138 gradini prima di arrivare in cima e ammirare una vista stupenda su Praga.

A metà della tua salita sarà presente una sala dedicata chiamata “il mistero della torre”. Principalmente sono esposti i simboli che caratterizzano la costruzione della torre e tutta Praga. Il simbolismo è un aspetto fondamentale per la cultura ceca e l’architettura medioevale di Praga.

Se si percorrono anche le scale per andare al piano interrato si potranno ammirare gli oggetti ritrovati nel fiume Moldava e un breve video che racconta la storia della torre e del simbolismo ad essa legato.

Due giorni a Praga: il castello

Il vero simbolo di Praga è proprio il castello. Stiamo parlando di un complesso gigantesco (45 ettari di superficie) che ha visto passare diversi re e governatori. Si trova in cima alla collina che si raggiungerà percorrendo una serie di tratti in salita e dopo aver superato tanti scalini.

Cosa vedere al Castello di Praga?

Il consiglio è quello di dedicare metà giornata al complesso del castello. L’orario perfetto è subito alle 9, all’apertura dei cancelli, così da evitare la grande ressa.

Il vecchio palazzo reale è un gioiellino, in particolar modo il soffitto a volta della sala di Vladislao. La storia del castello di Praga è da vivere attraverso una collezione di gioielli, armi e altro ancora che raccontano un gran pezzo della vita del castello; particolarmente interessante lo scheletro del guerriero semisepolto che fu trovato proprio all’interno del castello.

Next step è sicuramente la Basilica di San Giorgio, un chiesa interamente rivestita in mattoni rossi che al suo interno ospita la tomba di Vratislao I (il padre di San Venceslao) e Santa Ludmilla.

In seguito Palazzo Rosenberg e Palazzo Lobkowicz se si vuole vivere l’atmosfera principesca e dei palazzi rinascimentali del Cinquecento. Per concludere i Giardini Reali e il Vicolo d’Oro, una vietta di casette colorate che vennero occupate prima dai tiratori scelti del castello e in seguito da artisti tra cui Franz Kafka che per due anni abitò nella casa della sorella (numero 22).

Principalmente ci sono due tipi di biglietti:

  • tour breve che comprende la Cattedrale di San Vito, la Basilica di San Giorgio, l’Antico Palazzo Reale, il vicolo d’oro e la Daliborka al costo di 250 CZK per il biglietto intero;
  • tour lungo che comprende la Cattedrale di San Vito, la Storia del Castello di Praga, la Basilica di San Giorgio, la Torre delle Polveri, il Vicolo d’Oro, la Daliborka, la pinacoteca del castello e il palazzo Rosenberg al costo di 350 CZK per il biglietto intero.

Cattedrale di San Vito e campanile

due giorni cattedrale di san vito praga

Nei due giorni a Praga non può mancare la visita alla Cattedrale di San Vito.

Stiamo parlando della chiesa più grande e più importante di tutta la Repubblica Ceca. Ha un aspetto completamente gotico con tanto di guglie e archi nella sua facciata. Tra gli aspetti più belli ci sono sicuramente le vetrate colorate opera degli artisti del Novecento. Altri punti di interesse sono la Porta d’Oro, l’Oratorio Reale, la Tomba di San Giovanni e San Venceslao.

Il mio consiglio è quello di salire sul campanile della Cattedrale di San Vito: con poche corone si potrà godere di una vista incredibilmente bella di tutta Praga.

Cosa vedere a Praga: Loreta

Il nome deriva dalla meta di pellegrinaggio italiana in cui si trova la Santa Casa abitata dalla Vergine Maria; la chiesa barocca è circondata da una serie di cappelle.

Di grande valore il Tesoro di Loreta tra i quali possiamo nominare l’Ostensorio adornato da 6222 diamanti. Sulla torre si trova un carillon con 27 campanelle che suona ogni ora.

La collina di Petřín

collina di petrin praga
Foto da Pixabay - Peter89ba

Dal castello si vede benissimo la Collina di Petřín e la sua torre. Petřín è una collina alta 327 metri, immersa nel verde e poco distante dal centro di Praga.

La collina è collegata a Mala Strana da una funicolare che potrà essere sfruttata per arrivare in cima.

Di grande interesse possiamo trovare:

  • la Torre Panoramica di Petřín: alta 62 metri e costruita nel 1891 in occasione dell’Esposizione di Praga. Somiglia lontanamente alla Torre Eiffel e conta 299 scalini e un ascensore. 
  • l’osservatorio astronomico
  • il giardino delle rose
  • il monumento alle vittime del comunismo
  • il Labirinto di specchi anche questo costruito per l’Esposizione di Praga; un percorso divertente costituito di specchi, perfetto anche per i bambini.
La Collina di Petřín è il luogo perfetto per passeggiate rilassanti e picnic al sole, per fare jogging o solamente per sdraiarsi nel verde.

Mala Stana: tutto quello da vedere

Mala Strana è il quartiere di Praga che si collega alla Città Vecchia grazie al Ponte Carlo. Cosa possiamo trovare a Mala Strana?

Intanto il cuore del quartiere ossia Malostranské náměstí e poi il complesso più importante nella piazza: la Chiesa di San Nicola, il maggior luogo di culto dopo la Cattedrale di San Vito.

giardino wallenstein praga

Una tappa che mi sento di consigliare è il Giardino Wallenstein: un luogo nel quale respirare pace e godersi l’arte di bellissime aree verdi; il tutto incredibile in quanto a pochi passi dall’affollata e caotica Malostranské náměstí; il giardino inoltre è famoso per la loggia decorata con scene della Guerra di Troia.

Altre zone verdi interessanti per i più grandi ma anche per i più piccoli sono l’Isola di Kampa e il Giardino Vrtbov.

Nei due giorni di visita a Praga non bisogna assolutamente dimenticare il Muro di John Lennon: è un monumento spontaneo e coloratissimo nato dopo il suo assassinio per ricordare la grande figura dei Beatles.

Piazza della Città Vecchia di Praga

Staré Město, che significa Città Vecchia, è il cuore pulsante della capitale ceca. La piazza più importante ospita uno dei simboli di Praga ossia l’Orologio Astronomico. La piazza è molto romantica anche la sera quando i monumenti più importanti vengono illuminati.

L'Orologio Astronomico

Durante i due giorni di permanenza a Praga bisogna assistere almeno una volta allo scoccare dell’ora. Si consiglia di presentarsi con qualche minuto di anticipo per non rimanere schiacciati sotto il grande orologio.

L’Orologio Astronomico è un capolavoro meccanico che ha più di 600 anni realizzato da un mastro orologiaio chiamato Hanus. Il corteo mette in moto ogni ora i dodici apostoli e dodici medaglioni rappresentanti i mesi dell’anno; le figure che fiancheggiano l’orologio, invece, rappresentano i vizi capitali.

Torre del Municipio della Città vecchia

due giorni a Praga torre municipio

Un altro consiglio è quello di ammirare il panorama di praga dalla cima della Torre del Municipio della Città Vecchia.

Una vista impressionante che probabilmente ricorderò per sempre, il tutto abbellito ancor di più dalla vista della Vergine Maria di Tyn, la chiesa dalle due cupole nere, per essere più chiari.

La Porta delle Polveri

La Porta delle Polveri è una delle porte di accesso al centro storico di Praga e si trova a pochi passi dalla Piazza della Città vecchia di Praga e anche da Piazza venceslao.

Fu costruita nel 1475 ed è alta 65 metri. Le decorazioni gotiche rendono questa grandissima porta un’opera d’arte molto affascinante.

Piazza Venceslao

Piazza Venceslao è una delle piazze principali di Praga oltre che essere ricca di storia in quanto creata nel 1348.

Inizialmente era un mercato di cavalli ma con il passare del tempo il suo utilizzo è variato, fino a diventare, in epoca medioevale, luogo di esecuzioni pubbliche. Due grandi eventi vennero proclamati in questa piazza: nel 1918 fu proclamata la Repubblica indipendente di Cecoslovacchia e nel 1945 fu annunciata la fine della Seconda Guerra Mondiale.

In una delle estremità della piazza si trova la Statua di San Venceslao nel quale viene ricordato il duca boemo con vicino le statue di altri santi patroni della Boemia. A pochi passi si possono trovare anche il Museo del Comunismo e l’unico Lampione Cubista del mondo.

La piazza è sempre colma di turisti attirati dai negozi di souvenir, dallo street food, caffé e locali notturni, soprattutto per i più giovani.

La Casa Danzante

casa danzante a praga

La Casa Danzante è un must to see dei due giorni a Praga. La particolare forma fa sembrare questo palazzo sempre in movimento tanto che l’hanno soprannominato anche “Ginger e Fred” in onore alla coppia di danzatori Fred Astaire e Ginger Rogers.

Nonostante sia molto moderna e particolare, la Casa Danzante si innesta perfettamente nello stile dei palazzi più antichi che lo fiancheggiano.

Attenzione però alle foto frontali: il palazzo si trova proprio a ridosso di un incrocio; per fotografarlo non bisogna rischiare troppo!

Due giorni a Praga: il Museo Ebraico

Il Museo Ebraico è senza dubbio uno dei luoghi più visitati di tutta Praga. Fu dimora fisica e religiosa di tutti gli ebrei per quasi otto secoli; molti ebrei o fuggirono o morirono nella Shoah.

Gli oggetti ritrovati sono conservati in più sinagoghe e rappresentano la vita di tutti i giorni degli ebrei dell’epoca; molto toccante anche la visita alla Sinagoga Pinkas.

Altro punto fondamentale è il Cimitero Ebraico: si contano al suo interno più di 12 mila lapidi anche se è stato confermato che il numero di persone effettivamente sepolte siano state molte di più.

Non molto distante è presente anche il monumento di Franz Kafka, grandissimo scrittore boemo ritenuto uno dei più influenti del XX secolo.

Altre attività da svolgere durante i due giorni a Praga

Praga è una città completa sotto tutti gli aspetti. Ricca di arte e cultura, sempre in movimento e ricca di piatti tipici.

Quello che consiglio sempre è provare i cibi tipici della tradizione, un aspetto che permette di avvicinarsi tantissimo alla cultura locale; senza ombra di dubbio a Praga bisogna provare le birrerie più famose della città.

Praga è un vero paradiso per gli amanti della birra di tutto il mondo, tanto da poter visitare un intero museo della birra oppure rilassarsi immersi nelle terme della birra. Per sapere dove trovare una buona birra il consiglio è di visitare questo sito.

Un’altra attività che consiglio è un rilassante giro in barca sul fiume Moldava. Per affittare una barca a remi o un pedalò basterà avvicinarsi al fiume, in particolar modo nella zona non distante dalla Casa Danzante.

Perché non visitare il Museo della Lego? Tornare bambini non è mai stato così bello.

museo della lego a praga

Altro consiglio che mi sento di dare è di visitare Praga a piedi, nulla di più semplice (o se proprio si vuole ci si può aiutare con qualche fermata di metropolitana).

Per concludere consiglio Il Karlovy Lazne per indimenticabili serate danzanti: stiamo parlando della discoteca più grande dell’Europa Centrale con cinque piani di piste colme di ragazzi e ragazze provenienti da tutto il mondo.

Piaciuto questo tour di Praga? Ci sei mai stato/a? Se sì cosa ti ha colpito/a di più?

Ti ricordo di iscriverti alla newsletter per non perdere gli aggiornamenti; infine seguici sui social, siamo attivi su Facebook, Instagram, Pinterest e Twitter.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: