Città da visitare in due giorni

città da visitare in due giorni

Quali sono le città italiane da visitare in due giorni? Proviamo a scoprirlo assieme.

Partiremmo con una doverosa premessa: l’Italia è colma di bellissime città che meriterebbero anche più di due semplici giorni per essere visitate. Voce del verbo viaggiare vuole, però, andare in contro ai lavoratori, a persone che dopo una lunga settimana di lavoro abbiano voglia di trascorrere un fine settimana da turista in una città italiana.

Attenzione, questa pagina vuole essere anche una generica guida che spiega quali sono le mete italiane da vedere in due giorni: basterà scegliere la meta e i due giorni che si hanno a disposizione (che sia in settimana o che sia il weekend).

Superata questa premessa e se hai a disposizione alcuni minuti, cominceremmo ad elencare quali sono le città da visitare in due giorni. Ce la metteremo tutta per soddisfare le tue pretese fornendoti una lista dettagliata di tutto quello di cui avrai bisogno. Cominciamo?

Luoghi italiani da visitare in un weekend

Per descrivere cosa vedere in Italia in due giorni abbiamo deciso di suddividere la pagina regione per regione e, oltre ad una convincente descrizione, allegheremo il link all’articolo specifico.

Quindi se sei alla ricerca di due giorni per viaggiare in Italia ti consiglio di curiosare qui sotto.

Prima di cominciare e se ne hai voglia ti consiglio di iscriverti alla newsletter: è un modo semplice per rimanere sempre aggiornati e per scoprire i nostri ultimi articoli…. E ti giuro che non ti scriveremo ogni giorno, odiamo anche noi le newsletter pesanti e piene di spam.

Se quindi stai ancora decidendo quali luoghi visitare in Italia in due giorni, cerca sulla destra il form per iscriverti (o se no lo trovi sulla homepage) e presto sapremo come aiutarti. 

Cosa vedere due giorni in Piemonte

cosa vedere due giorni in piemonte
  • Torino: cosa cominciare a visitare in Piemonte in due giorni se non Torino? Il capoluogo è un gioiellino che scoprirai pian piano, ti basterà prendere in considerazione un itinerario qualunque e cominciare il tour. 

Le piazze principali sono tutte stupende: 

  1. Piazza San Carlo, “il salotto di Torino” per i suoi caffè storici (Caffè Torino) e le chiese gemelle sono solo parte dello splendore di questa piazza; 
  2. Piazza Carignano, ricca d’arte barocca, è la piazza storica di Torino nel quale potrai trovare il ristorante stellato “Il cambio”;
  3. Piazza Castello, piazza molto grande nel quale potrai trovare Palazzo Reale di Torino (da visitare!), Palazzo Madama (da visitare!) e la Chiesa di San Lorenzo (anche questa assolutamente da visitare!);

4. Piazza Vittorio: si trova al termine della lunghissima Via Po e potrai trovare la movida torinese; se continui dritto troverai una delle più belle e importanti chiese di Torino ossia la Chiesa della Gran Madre.

Per continuare il tour è importante vederne il simbolo di Torino: la Mole Antonelliana (che al suo interno ospita il Museo Nazionale del Cinema). In seguito il Parco del Valentino per una passeggiata rilassante o un pic-nic e per concludere scegliere una delle viste panoramiche di Torino: il Monte dei Cappuccini e/o Superga (anche se in questo caso sarebbe meglio dedicare un’intera giornata).

  • Tour delle Langhe: percorrendo le tortuose strade della Langhe non potrai che innamorarti dei panorami mozzafiato che le colline stracolme di viti ti mostreranno. Il consiglio è quello di fermarsi in una delle cantine lungo la strada e fare una degustazione del vino per eccellenza italiano: il Barolo.

Dopotutto sono tanti i graziosi paesi immersi nel verde delle colline delle Langhe che meriterebbero una visita; prima su tutte proprio Barolo. Curiosità: all’interno del Castello di Barolo si trova il Museo del Vino.

Raggiungendo il borgo La Morra avrai la possibilità di scattare tante foto a una cappella che sui social ormai spopola: la Cappella del Barolo. Ormai che sei da quelle parti il mio consiglio è di visitare Monforte d’Alba, un grazioso borgo in stile medioevale.

Lungo tutte le Langhe è possibile ammirare anche le coloratissime Panchine Giganti nate dal progetto Big bench Community Project che sono posizionate nei punti panoramici e più strategici delle Langhe.

Per concludere la visita di due giorni nelle Langhe punterei alla bellissima Neive, uno dei Borghi più belli d’Italia secondo il club italiano specializzato nel settore: piccola, carina e molto fotogenica.

  • Lago d’Orta: è il posto perfetto dove trascorrere due giornate di relax e panorami unici. Non si può che cominciare con Orta San Giulio, un colorato borgo che anch’esso ha avuto l’onore di rientrare nella lista dei Borghi più belli d’Italia. Da qui comodamente si può raggiungere anche il Sacro Monte d’Orta.

Prendi una delle imbarcazioni che portano all’Isola di San Giulio e rimani incantato dalla bellezza di questa piccolissima isola. Io l’ultima volta che ci sono stato non ho resistito e ho fatto ben due giri dell’Isola. Ricordati di fotografare lo skyline dell’isoletta.

Altre città da visitare in due giorni? Spostati in altre zone attorno al lago e ingloba nel tuo tour Omegna, Quarna Sopra e Villa Nigra.

Cosa fare due giorni in Valle d'Aosta

  • Aosta: è conosciuta come la “Roma delle Alpi” in quanto i antichi romani hanno lasciato ad Aosta un patrimonio di monumenti.

Tra questi non possiamo che ricordare l’Arco di Augusto, la Porta Praetoria, il Monumentale Teatro Romano e l’anfiteatro. Oltre a questi non si possono saltare le chiese e la piazza principale ossia Piazza Chanoux.

Trascorri i due giorni ad Aosta assaporando la buonissima cucina valdostana e divertiti con i simpatici abitanti di Aosta.

  • Tour dei castelli: l’itinerario dei castelli in Valle d’Aosta propone un vasta scelta di bellissime costruzioni che si differenziano molto tra di loro. Due giorni possono essere una buona idea per scoprire la bellezza e la storia della Valle d’Aosta.
valle d'aosta da visitare nel weekend

Il nostro preferito è stato il Forte di Bard: quattro ascensori prima di raggiungere l’accesso al forte e solamente dopo aver superato le casse troverai tante stanze adibite al museo del castello. Spesso vengono proposte anche eventi o mostre che si svolgono all’interno delle mura del castello.

 Una tappa importante è il Castello di Fénis: si tratta del più famoso e il più visitato castello della Valle d’Aosta e presenta al suo interno dei preziosi affreschi del Quattrocento. Il Castello di Verrès è ben differente dagli altri: è il tipico esempio di castello monoblocco e, come per gli altri castelli, già dalla base si possono ammirare delle viste incredibili.

Cosa visitare in Veneto

  • Venezia: ho ammirato sempre le foto di Venezia e quando finalmente ho avuto modo di raggiungerla ho esaudito uno dei miei sogni, in più la mia visita coincideva con il famoso Carnevale di Venezia quindi… tutto unico!

A venezia, da visitare in due giorni, ci sono tante di quelle cose che inizialmente si ha paura; poi scremando alcune tappe siamo arrivati arrivati al giusto itinerario.

Prima su tutti Piazza San Marco e tutto quello che si trova in quella piazza, il Ponte dei Sospiri, il Canal Grande, il Ponte di Rialto, i Frari e la libreria Acqua Alta. Se riesci a visitare tutto o quasi tutto quello elencato in un giorno allora il secondo giorno lo potrai dedicare alle isolette di Murano e Burano.

  • Verona: sembrerà strano ma le due città venete che ho visitato sono entrate subito nel mio cuore; per Verona è accaduto proprio così, più camminavo e più me ne infatuavo.

Dopo aver fatto la Verona Card (quasi fondamentale se la tua visita sarà di due giorni) le attrazioni principali sono: Casa di Giulietta, Piazza delle Erbe e la torre, Arena di Verona, Museo di Castelvecchio, Duomo, Chiesa di Sant’Anastasia e San Fermo, Basilica di San Zeno e Teatro Romano (la mia meta preferita!).

Se ti dovesse rimanere del tempo dai uno sguardo anche alla Tomba di Giulietta e il Museo degli affreschi.

  • Vicenza: visitare Vicenza in due giorni significa essenzialmente andare alla ricerca delle opere di Palladio.

 Tutti i monumenti più importanti sono di Palladio: la Basilica Palladiana e il Palazzo del Capitaniato in Piazza dei Signori, il Teatro Olimpico e il Corso Palladio; per concludere Villa la Rotonda.

 Completa l’itinerario di Vicenza salendo sulla Torre Bissara e se ti rimane del tempo mettiti in cammino verso l’ Ossario del Pasubio.

Cosa vedere in Emilia Romagna

  • Bologna: ho avuto modo di lavorare spesso in questa città e ho sempre pensato che avesse una marcia in più: ricca di arte, di street art, di cibo infinitamente buono, di gente free (sì è l’unico termine che mi viene in mente per descrivere i bolognesi) e tante altri aspetti mitici.

Nei due giorni di visita a Bologna bisogna seguire questo brevissimo itinerario: Piazza Maggiore e tutto quello presente in quella piazza, Palazzo dell’Archiginnasio, Compianto sul Cristo Morto (wooow!), le due Torri di Bologna, il Complesso delle sette chiese e il Santuario di San Luca.

Se dovessi risparmiare del tempo di consiglio di passeggiare per le strade bolognesi e goderti un po’ di street art.

cosa fare weekend nord italia
  • Modena: per visitare due giorni questa città bisogna puntare sul centro storico. Le tue tappe saranno quindi: il Duomo di Modena, la Ghirlandina e Piazza Grande, Palazzo Ducale, Palazzo dei Musei e le botteghe storiche del centro. Se opterai anche per una colazione, perché non provare la colazione alla modenese? Cappuccino e…gnocco fritto 🙂
  • Rimini: qui le lunghe passeggiate sul lungomare non possono proprio mancare, a Marina di Rimini il relax è proprio il massimo. Nei due giorni poi dovrai vedere: il Tempio Malatestiano, l’Arco di Augusto, il Ponte di Tiberio, Borgo San Giuliano e in generale in centro storico. Buon weekend!

Cosa vedere in Liguria due giorni

weekend da visitare in liguria
  • Genova: il capoluogo ligure è famoso principalmente per l’Acquario di Genova (bellissimo, per carità!) ma in realtà è molto di più. 

Se farai due giorni in vacanza in Liguria ti consiglio di visitare la Cattedrale di San Lorenzo: la facciata gotica ti stupirà (peccato che sia complicato fotografarla per intero) come anche l’interno che contiene più che altro oggetti legati al culto del patrono della città.

Oltre questa bellissima cattedrale dovrai vedere: Palazzi dei Rolli, il Porto Antico, la Lanterna di Genova e ovviamente il centro storico.

  • Cinque Terre: questi piccoli paesini di pescatori sono diventati meta di turisti provenienti da tutto il mondo. Il motivo? I bellissimi paesaggi caratterizzato dalle casette colorate che si affacciano sul mare.

Decidi tu il percorso da affrontare ma non perderti nessuna delle cinque terre: Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore.

  • Porto Venere e Golfo dei Poeti: il nostro weekend in questi posti è stato magnifico. A Porto Venere si respira aria di mare e sarà il posto perfetto per i tuoi giorni di relax.

Il Golfo dei Poeti va da Porto Venere a Lerici e io ti consiglio di visitarle entrambe. Cosa vedere nei due giorni a Porto Venere? Noi siamo stati un giorno solo a Porto Venere e abbiamo incluso la Chiesa di San Pietro (wooow), la Grotta di Lord Byron e il Castello di Doria. Se ti rimane del tempo fai un giro nelle isole.

Due giorni in Lombardia: cosa vedere

  • Milano: lo so già che starai pensando che due giorni in una città come Milano sono troppo pochi, ti vorrei consigliare comunque alcune delle mete principali da aggiungere al tuo itinerario.

Primo su tutti, fiondati sulla metro rossa (o gialla) e scendi a Duomo. Piazza Duomo ti incanterà, intanto per la bellezza unica del Duomo di Milano, poi la Galleria Vittorio Emanuele e poi ti direi di approfittarne e visitare il Museo del Novecento.

Prosegui con il Teatro alla Scala e il Castello Sforzesco, poi Parco Sempione e il Cimitero Monumentale.

Ti direi di puntare ancora alla Pinacoteca Ambrosiana e alcune delle chiese più belle prima di lanciarti nello shopping più sfrenato. Vuoi non fare shopping nella città della moda per eccellenza in Italia? Ti consiglio Via Monte Napoleone e Via della Spiga.

  • Como: seconda meta che ti consiglio è quella che si affaccia e dà il nome al bellissimo Lago di Como.

La inserisco tra le città da vedere in Italia perché le volte che sono andato l’ho trovata sempre speciale, qualcosa di magico e il luogo perfetto per rilassarti. Cosa vedere? Il Duomo, il Castello Baradello, Villa Olmo e il Museo della Seta per capire la tradizione tessile della città lombarda.

  • Mantova: a Mantova noi siamo stati per una sola giornata, ti devo dire la verità, come anche Cremona (subito sotto) ma sono due città che ho realmente ammirato. 

Semplici, facili da raggiungere e ricche di arte, come piacciono a me. Cosa fare a Mantova? Lo skyline della città dal lago, il Castello di San Giorgio, il Duomo di Mantova, il Palazzo Ducale, Piazza delle Erbe e Palazzo Te (bellissimo!).

  • Cremona: la città del Violino, lo sapevi? Se passerai da queste parti non potrai non visitare il Museo del Violino.

Passeggia per la città e non dimenticarti questi: Battistero e Cattedrale di Cremona, Torrazzo, Museo Civico Ala Ponzone e il Teatro Ponchielli.

Due giorni in Friulia-Venezia Giulia: cosa vedere

cosa vedere due giorni in friuli
  • Trieste: è il luogo perfetto dove trascorrere due giorni del tuo weekend o della tua settimana, in generale. Non troppa calca, città stupenda e tante foto da scattare.

Sai cosa vedere durante questi due giorni? Vediamo un mini-itinerario. Il tour partirà da Piazza Unità d’Italia, piazza nel quale trovare storia e arte; Castel San Giusto e Cattedrale di San Giusto saranno le due tappe successive.

Con il tram di Opicina si arriva al caratteristico centro abitato di Opicina, scatta tante foto!

A soli dieci chilometri, poi, si trova il Castello di Miramare, quello che vedi in foto. Concludi la visita con la Grotta Gigante.

  • Gorizia: Goldoni l’aveva definita la città dei giardini curati e dei fiori. Ma cosa vedere nei due giorni di tour per Gorizia?

Il nostro consiglio è di visitare il centro storico armati di macchina fotografica in quanto ricca di vicoletti molto fotogenici. L’itinerario dovrà comprendere: Palazzo Lantieri, Museo della Grande Guerra e la sinagoga; per concludere il Castello di Gorizia e i dintorni della città, per ammirare tanto verde e sentirsi “totally free”.

Cosa fare due giorni in Trentino-Alto Adige

  • Bolzano: città ordinata e rilassante, perfetta in estate e in inverno, per chi ama la montagna.

Sai cosa vedere a Bolzano in un weekend? Il Duomo di Bolzano in Piazza Walther e il museo del Duomo, Piazza delle Erbe e la Fontana del Nettuno, Castel Firmiano, il museo archeologico e poi la funivia, raggiungibile con i mezzi, per una vista da wow!

Weekend rilassante già organizzato, basta solo partire.

  • Lago di Braies: è uno dei laghi più famosi del Trentino e sicuramente il più fotografato.

Da queste parti vige solo una regola: escursioni! Montagna, lago, tutto quello che vedrai sarà bellissimo.

fine settimana al lago di braies

Il primo tour sarà attorno al lago; poi nessuno vieta di avventurarsi in altre escursioni che ti faranno perdere la testa.

Città da vedere nel centro Italia

Dove andare due giorni in Toscana

dove andare due giorni in toscana
  • Firenze: capoluogo della Toscana ma non solo… un vero e proprio regno ricco di arte.

Ricordo che quando siamo andati a Firenze non ero molto grande e quindi non avevo apprezzato a pieno l’arte e le strutture che popolano questa città. Un giorno ve ne parlerò sicuramente con più cura.

Cosa vedere a Firenze in un weekend? Ecco il grande listone da seguire con cura: Cattedrale di Santa Maria del Fiore, Ponte Vecchio e Palazzo vecchio, la Galleria degli Uffizi, Palazzo Pitti, Basilica di Santa Croce, Giardino di Boboli. Rimasto tanto altro tempo? Hai solo l’imbarazzo della scelta, opta per una vista di Firenze dall’alto oppure visita qualche altra chiesa o museo della città. A Firenze non potrai annoiarti!

  • Pisa: non vorrei dilungarmi troppo sulla Toscana in quanto è ricca di posti magnifici e da visitare, ma se li elencassi tutti questa pagina tenderebbe all’infinito.

Per Pisa opterò per un breve elenco delle magnificenze principali da vedere:  la torre pendente più famosa al mondo, la Torre di Pisa, il Duomo di Santa Maria Assunta, il Battistero, il Camposanto Monumentale e Piazza dei Cavalieri.

Pisa è anche famosa per la sua movida serale ricca di universitari. Buon divertimento!

  • Siena: il momento ideale per visitare Siena sarebbe durante uno dei suoi palii; il Palio di Siena, infatti, è il più famoso in Italia e durante quel periodo la città si anima di colore e gente in rivalità ma comunque contenta e festeggiante.

Cos’altro vedere in questa città? Piazza del Campo, il Duomo di Siena, il Palazzo Pubblico e la Torre del Mangia, il Museo Civico e il Museo dell’Opera del Duomo, la Pinacoteca Nazionale e il Battistero.

Un fine settimana al top e ricco di movimento, non credi?

Gita di due giorni nelle Marche

  • Ancona: presenta grandi ricchezze dal punto di vista naturalistico ma anche di arte e architettura.

Andiamo quindi a vedere che cosa è consigliato visitare ad Ancora. In primis Piazza del Plebiscito, chiamata anche piazza del papa per la statua di Clemente VII presente nella piazza. Nella Chiesa di San Domenico sono raccolti due capolavori, uno di Guercino e l’altro di Tiziano.

Continua la visita con la Mole Vanvitelliana, la Chiesa di Santa Maria della Piazza, il Duomo di San Ciriaco e la Pinacoteca Civica; poi tutta al mare!

  • Recanati: è la città natale di Leopardi e, essendo sulla cima di un colle, da lì si gode di una vista mozzafiato sui Monti Sibillini e la Riviera del Conero.
gita di due giorni nelle marche

Quali meraviglie vedere a Recanati? Allora: la casa di Leopardi, Piazza Sabato del Villaggio, Museo Villa Colloredo Mels e la pinacoteca e infine la cattedrale e le chiese della città.

Spostiamoci più sulla costa per godere di spiagge meravigliose coma la Spiaggia del Frate.

Weekend in Umbria

weekend in umbria
  • Perugia: è la città del cioccolato, perché non visitarla durante l’Eurochocolate nel mese di ottobre?

In questa mini guida ti dirò comunque quali sono i punti nevralgici della città e quindi quelli che meritano una visita. Partiamo dalla Fontana Maggiore, la Galleria Nazionale dell’Umbria, la Cattedrale di San Lorenzo, l’acquedotto di Perugia, Rocca Paolina e il Pozzo Etrusco.

Il modo perfetto per concludere questa visita è la casa del cioccolato della Perugina, una visita di circa un’ora alla scoperta della storia della famosissima casa produttrice dei Baci.

Tra i piatti della tradizione forse il più famoso è la faraona alla leccarda.

  • Assisi: si trova in cima ad una collina ed è particolarmente famosa perché da qui San Francesco è partito per andare a cambiare la chiesa.

Ecco, però, l’elenco delle cose da vedere ad Assisi per non rimanere delusi: la Basilica di San Francesco (ovvio!), la Basilica di Santa Maria degli Angeli in Porziuncola, il luogo nel quale San Francesco compose il Cantico delle Creature; poi la Basilica di Santa Chiara e il Tempio di Minerva.

Ci sarebbero tante altre cose da vedere in questa città; quindi, se sei pienamente in voga con l’arte, continua la visita tra musei e chiese.

  • Gubbio: quello che ricordo meglio di Gubbio è solo un aspetto: le tante tante salite!

Gubbio è una città mediovale situata in alto e con la funivia si arriva alla basilica a cinque navate di Sant’Ubaldo, dove si gode di una vista eccezionale sugli Appennini.

Cosa vedere quindi a Gubbio? Il mio consiglio è di camminare, visitare e riposarsi (anche perché il percorso non è proprio semplice semplice), quindi visita Palazzo dei Consoli e Palazzo Pretorio, Palazzo Ducale, Palazzo Bargello e la Fontana dei Matti, il Duomo e la Chiesa di San Francesco.

Sapevi, inoltre, che a Natale, Gubbio vanta di un grande record? Ossia l’albero di Natale più grande al mondo.

Cosa vedere due giorni nel Lazio

  • Roma: è la capitale, come si fa a non amarla? Ovviamente la inseriamo in questa lista ma è scontato che due giorni sono proprio una miseria per questa città stupenda.

Mi viene quindi difficile dirti come procedere, quindi farò così: ti elenco i posti che devi assolutamente vede; in seguito un’altra breve lista nel quale tu potrai attingere anche in un secondo momento se vorrai nuovamente visitare la città.

Cosa vedere assolutamente? Il Colosseo, il Pantheon, Piazza Navona, l’Altare della Patria, Piazza San Pietro e i Musei Vaticani (probabilmente un giorno solo per questi due sarebbe già poco), Castel Sant’Angelo, la Fontana di Trevi e Piazza di Spagna.

Ecco la seconda lista delle cose che in un secondo momento dovrai visitare: la Fontana del Tritone in Piazza Bernini, Piazza Colonna e Palazzo Montecitorio, Foro Romano e Palatino, Campidoglio.

cosa vedere due giorni nel lazio

Continua poi con una passeggiata lungo il Tevere, la Bocca della verità, Giardino degli Aranci, Piazza del Popolo, Villa Medici, quartiere Coppedè e una mezza giornata sarà poi da dedicare al Bioparco di Roma.

Insomma, Roma è proprio infinita e ricca di meraviglie. Il mio consiglio? Minimo una settimana nella capitale è d’obbligo. Buona visita!

  • Civita di Bagnoregio: nota anche come la “città che muore”, sai perché?

Il piccolo borgo molto caratteristico è costituito su un lembo di tufo che a causa degli agenti atmosferici è destinato un giorno a scomparire. Proprio per questo, per entrare è richiesto un biglietto di ingresso e il ricavato servirà per preservare il borgo.

Cosa vedere al suo interno: la porta di Santa Maria, Chiesa di San Donato, Palazzi rinascimentali senza dimenticare, ovviamente, un gran belvedere.

Posti da visitare in due giorni nel sud Italia

Due giorni in Basilicata

  • Matera: i famosi Sassi di Matera devono essere visti almeno una volta nella vita, a mio parere.

Quella che vedi in foto credo sia una delle viste panoramiche più belle che abbia mai visto, e non scherzo. Oltretutto, per l’intero 2019 Matera è capitale della cultura europea quindi all’interno dei due Sassi, Caveoso e Barisano, sicuramente ci saranno eventi, manifestazioni e molto altro; ti invito ad informarti sui vari siti.

Partendo da Piazza Vittorio Veneto, con la Chiesa di San Francesco d’Assisi partirà il tuo tour, tutto quello che vedrai sarà magnifico.

Ecco le tappe da non perdersi: Chiesa del Purgatorio, Museo Archeologico Nazionale, Museo Nazionale d’Arte Medioevale e Moderna.

Non dimentichiamoci le chiese, una più bella dell’altra: Chiesa di San Pietro Caveoso, Chiesa Santa Maria d’Idris (particolarissima!), Duomo. Prosegui con il Palombaro Lungo e poi…beh questa vista che ti sto consigliando.

Belvedere di Murgia Timone, cercalo su Maps e raggiungilo per goderti il tramonto… non te ne pentirai.

Weekend in Puglia

  • Brindisi: durante il nostro tour in Puglia abbiamo toccato tante province, una di queste è Brindisi.

A Brindisi dovrai passeggiare per il porto, visitare la cattedrale e la Chiesa di San Giovanni Sepolcro, il Castello alfonsino e il Monumento al marinaio d’Italia.

Tra una giornata di mare e un’altra (ovviamente si suppone che i weekend nella bella Puglia siano o saranno più di uno) permettiti di visitare Ostuni, la città bianca (qualcosa di meraviglioso) e mangia le buonissime bombette di Cisternino.

  • Taranto: anche la provincia di Taranto è stata toccata anche se brevemente. Abbiamo avuto modo di vedere l’architettura barocca di Martina Franca, in piena Valle d’Itria.
weekend in puglia

A Taranto non perderti il Castello Aragonese, il Museo Archeologico Nazionale di Taranto, la Cattedrale di San Cataldo e il Ponte di San Francesco di Paola.

  • Bari: per noi è stata una scoperta piacevolissima. Ci siamo fatti una passeggiata sul lungomare di Bari, siamo arrivati anche a toccare la spiaggia Pane e Pomodoro. 

Ci siamo addentrati poi nella Bari Vecchia e abbiamo avuto modo di ammirare la Basilica di San Nicola, la Cattedrale di San Sabino, il Castello Normanno-Svevo e anche la vietta delle Orecchiette con le tanto amate signore che le preparano con cura davanti alla loro abitazione.

La cucina da queste parti è qualcosa di favoloso e difficilmente la scorderò.

In provincia di Bari non perderti posti magnifici come Polignano a Mare (wow wow), Alberobello e i suoi Trulli e Locorotondo.

Cosa fare due giorni in Abruzzo

  • Pescara: luogo di nascita del poeta Gabriele d’Annunzio, Pescara è una città stupenda che vanta spiagge da sogno.

Certamente la casa museo di Gabriele d’Annunzio è una delle mete da toccare, sommando poi il Ponte del Mare per le tue passeggiate, la Cattedrale di San Cetteo e poi ancora tanto mare e tanta buona cucina a base di pesce.

  • Chieti: le mete dell’Abruzzo sono più che altro spiagge, montagne e parchi nazionali; noi vogliamo comunque toccare due città e nominare un po’ di posti nel quale immedesimarsi nel tipico turista.

Per questo motivo nominiamo un breve itinerario anche di Chieti; da vedere: Anfiteatro Romano, Templi Romani, Cattedrale di San Giustino, Villa Frigerj e i musei archeologici.

Cosa fare in un weekend in Campania

  • Napoli: “vedi Napoli e poi muori” è la celebre frase di Goethe e si riferisce alla bellezza di questa città.

Quali sono, però, le tappe per vedere Napoli in due giorni (sarò ripetitivo ma ovviamente non basterebbero…)?

 Partiamo dalla piazza più bella di Napoli ossia Piazza del Plebiscito e la Basilica di San Francesco di Paola. Successivamente il Castello Maschio Angioino e il Teatro San Carlo; è però dal lungomare che si scatterà una foto stupenda, in lontananza il bellissimo Castel dell’Ovo.

Dopo una passeggiata sul lungomare di Mergellina bisogna scoprire la Napoli sotterranea, il Duomo di Napoli e poi godere delle viste magnifiche da Posillipo e Vomero.

cosa fare in un weekend in campania

Due delle cose da fare (e vedere) a Napoli in due giorni sono: ammirare le statuette in Via San Gregorio Armeno e mangiare la vera pizza napoletana.

  • Amalfi e la Costiera Amalfitana: pronto a correre? Sì, dai, due giorni e cerchiamo di vedere “tutto”. 

Patrimonio dell’umanità secondo l’Unesco, la Costiera Amalfitana vanta di viste veramente mozzafiato; le tappe che dovrai seguire sono: Vietri sul Mare, Cetara, Maiori, Minori, Ravello, Amalfi e Positano. Lo so, complicatissimo e sicuramente non rilassante, per questo motivo il mio consiglio è quello di prendere più giorni possibili 🙂

  • Isola di Capri: Capri è bellissima. Per passare due giorni magnifici fai una passeggiata nel centro e quindi lungo Via Tragara che termina con la vista sui Faraglioni; goditi il mare dell’isola, fai un’escursione al Monte Solaro e poi Villa San Michele.

Per concludere fai un giro dell’isola in barca e al tramonto goditi il relax dal faro di Punta Carena; ovviamente mangi ottimi piatti della cucina campana.

Cosa vedere in Molise

paesi da visitare in italia
  • Isernia: città antichissima, saccheggiata dai Saraceni e distrutta durante la Seconda Guerra Mondiale, non può che essere una città ricca di storie da raccontare.

I suoi vicoli stretti sono molto caratteristici e tra le tappe fondamentali da non perdersi ci sono: la Fontana Fraterna in onore a Papa Celestino V e la cattedrale in stile bizantino che, nonostante i bombardamenti, rimane una bellissima struttura che merita di essere visitata.

In provincia di Isernia fai un giro tra Vanafro (wow), Frosolone e la Riserva di Collemeluccio.

  • Campobasso: si trova a 700 metri sul livello del mare e quindi vuol dire solo una cosa: da lassù il panorama è stupendo!

Visita il Castello di Monforte, il Museo del Presepe, la cattedrale e la Chiesa di San Bartolomeo.

Cosa visitare due giorni in Calabria

  • Tropea: palazzi nobiliari costruiti sulla roccia e quindi a picco sul mare, spiagge da favola (e tante!), panorami mozzafiato.

Questa è solo una parte delle bellezze che Tropea custodisce. Le cose da vedere in questa città sono: il centro storico, il Santuario Santa Maria dell’Isola ossia il simbolo di Tropea (vista pazzesca e infatti è uno dei luoghi più visitati della Calabria), il Duomo e il Museo Diocesano e azzardare un tour con la barca.

Tutto magnifico, non pensi? Prova anche qualche pietanza tipica e non ti dimenticherai più di Tropea.

  • Reggio Calabria: Cosa vedere in un weekend a Reggio Calabria? 
mare da vedere in Italia Tropea

Sappiamo tutti che è conosciuta per i Bronzi di Riace ma non è tutto. In questi due giorni vai a vedere le Statue di Rabarama, il lungomare lungo il quale potrai assistere al miraggio di Fata Morgana (vedere la Sicilia riflessa sul mare), la Pinacoteca Civica, il Castello Aragonese e… sì ovvio, anche i Bronzi di Riace presenti al Museo Archeologico Nazionale.

La Calabria è molto ma molto di più ma per il momento ci fermiamo. Chiedo venia!

Dove andare un weekend in Sardegna

cosa vedere in sardegna in un weekend
  • Arcipelago della Maddalena: spiagge e calette di una bellezza indescrivibile, come si fa?

Quando sono stato da queste parti la sabbia finissima tendente al color rosa mi ha stregato, letteralmente!

Il Parco Nazionale Arcipelago della Maddalena comprende Caprera, famosa per aver ospitato Garibaldi durante il suo esilio, l’Isola di Spargi, l’Isola di Budelli… tutto immensamente affascinante.

  • Costa Smeralda: acqua trasparente in una fascia di spiagge che supera gli 80 chilometri. 

Spiagge di diversa tipologia si susseguono e tu non dovrai fare altro che cambiare, giorno dopo giorno, ora dopo ora e scoprire qual è la tua preferita.

Famosissima da queste parti è Porto Cervo, luogo nel quale si mixa shopping, lusso sfrenato e spiagge bellissime.

Cosa vedere in un weekend in Sicilia

  • Palermo: il capoluogo siculo è grande meta di turisti.

Cosa vedere però durante due giorni a Palermo? Scopriamolo assieme.

Tanti secoli di storia hanno caratterizzato Palermo e proprio per questo è ricca di storia e arte. Tra le cose assolutamente da vedere ci sono: la Cattedrale di Palermo, la Chiesa della Martorana e la Chiesa di San Cataldo, la Cappella Palatina, il Palazzo Normanno, le catacombe e i famosi mercati di Palermo ossia Il Capo, Ballarò e Vucciria.

Se ti rimane del tempo visita anche il Duomo di Monreale e il Duomo di Cefalù. Stupendi!

  • Catania: è stata distrutta da terremoti, eruzioni e invasioni ma è sempre stata ricostruita nel migliore dei modi.

La storia di Catania è tanta, vediamo però cosa vedere durante un itinerario di Catania: Piazza del Duomo e la Cattedrale di Sant’Agata, il Teatro Massimo, il liotro (fontana dell’Elefante e simbolo di Catania), la via Etnea e i mercati di Catania, il Monastero dei Benedettini e la via dei Crociferi.

Sia a Palermo che a Catania fermati a mangiare i magnifici arancini (a Catania) o arancine (a Palermo).

  • Taormina: bellezza paesaggista senza eguali, Taormina è senza dubbio una delle mete più visitate della Sicilia.

 Cosa c’è di incredibilmente bello da vedere a Taormina? Io ho trovato semplicemente stupendo il Teatro Greco e la Villa Comunale, poi il Duomo e il Palazzo Corvaja, Isola Bella (molto fotogenica, like assicurati su Instagram) e poi, scendendo alcuni metri più giù, delle fantastiche spiagge nel quale rinfrescarsi.

Buona Sicilia!

Per il momento è tutto! Ti ricordo di iscriverti alla newsletter per rimanere ogni mese aggiornato sugli ultimi articoli usciti. Siamo attivi sui social, in particolar modo su Facebook, Pinterest, Instagram e Twitter.