Come editare una foto con Lightroom (ideale per Instagram)

Esistono tanti modi per editare una foto. In particolar modo esistono tanti scopi che ci inducono a perfezionarli: chi per passione, chi per moda, chi per lavoro…

Il mio scopo principale è Instagram. Sì perché se si desidera ricevere like ed avere un seguito stabile, una delle tante indicazioni da seguire è quella di avere un profilo (e quindi una bacheca) ordinato e che segua sempre lo stesso ordine di colori.

Nel mio caso ho deciso di seguire la strada dei “colori pastello”. Questo è lo screen delle mie ultime foto che vanno a creare una bacheca che punta sui colori:

editare una foto

Questo particolare riquadro lo potete trovare sulla barra destra del blog, se volete seguirmi su Instagram vi basterà cliccare sul bottone “Seguire Instagram” (un po’ di colore non guasta mai!).

Ma veniamo a noi…

Come ottenere delle foto così? Io utilizzo per lo più Lightroom, strumento molto completo che mi perfette di gestire l’editing dello scatto da capo a piedi, dalle luci alla saturazione.

Editare una foto con Lightroom

I passaggi che seguo dopo aver importato su Lightroom lo scatto desiderato sono i seguenti.

Come foto di riferimento prenderemo questo scatto frontale del Duomo:

duomo prima editing

Sistemare il calore

Spesso ci capita di fotografare paesaggi uggiosi.

Una delle cose che non digerisco, ad esempio, sono i cieli grigi di Milano. Con questa “guida” non vi dirò come trasformarlo in un bellissimo cielo azzurro e poche soffici nuvole bianche; vi dico, però, come creare l’effetto del sole sul vostro soggetto.

Prendendo come esempio la nostra foto del Duomo, spostatevi sulla parte di sviluppo e in particolar modo cominciamo da quella chiamata “base”.

lightroom modificare foto

A causa del brutto cielo della giornata la foto originale era molto scura (oltre che completamente assente di luce). Per prima cosa sono andato ad agire sulla temperatura donando +13. Non esagerate con questo cursore, superando il +18/+20 la foto diventerà eccessivamente gialla.

Per completare ho aggiunto un po’ di tinta viola per donare un po’ di colori che lasciano immaginare un imminente tramonto.

Scegliere la giusta luce

Spostandoci sulle impostazioni successive troveremo tutte quelle che si rivolgono a luci e ombre.

Si tratta di parametri fondamentali ma anche molto variabili di foto in foto. Nel mio caso, come dicevo prima, la foto iniziale era molto scura. Per questo motivo, oltre ad agire sull’esposizione (+0,50) sono andato ad eliminare alcune ombre e un po’ di nero.

luci e ombre lightroom

Non vi dirò dei parametri fissi perché con luci e ombre dovrete giocarci un po’ andando per logica: se la foto è ricca di luce andiamo a diminuire luci e bianchi (o ad aumentare ombre e neri) mentre se la foto è molto buia (come nel mio caso) andremo ad aumentare luci e bianchi (o a diminuire ombre e neri).

La foto risulterà leggermente pallida ma con i passaggi successivi andremo a migliorare la situazione.

Vividezza, saturazione e singoli colori

Andiamo ad agire sui colori, il mio cavallo di battaglia!

Per questo giocheremo con i parametri chiamati vividezza e saturazione. 

Potranno sembrare simili, eppure hanno delle differenze: 

  • la saturazione va a evidenziare (a saturare) tutti i colori presenti sulla foto in egual modo;
  • la vividezza, invece, va ad aumentare (o diminuire) la saturazione dei colori che sono poco in evidenza nella foto di partenza. Se esagererai con questo valore la foto diventerà completamente gialla.

saturazione vividezza editare una foto

Eventualmente possiamo andare ad agire sui singoli colori.

colori lightroom editare foto

Lightroom permette di agire sul rosso, arancione, giallo, verde, acquamarina, blu, viola e magenta.

Per ogni colore possiamo indicare la tonalità (e quindi se tenderà più su un colore chiaro o più su un colore scuro), la saturazione (e quindi se dare maggiore intensità al colore selezionato) e la luminanza, nel quale agiranno con maggiore o con minore energia le luci e le ombre.

Agite leggermente sulla riduzione del disturbo se pensate che la foto necessiti di maggiore contrasto, dettagli o maggiore uniformità dei colori. Questi valori preferisco modificarli sempre in fase di caricamento, direttamente su Instagram.

Piano e ritaglio

Come ultimo passo per editare una foto vado ad agire sul ritaglio e subito dopo sul piano della foto.

Prendendo come riferimento sempre la foto del Duomo, ho pensato che il soggetto (il Duomo) sarebbe stato messo più in risalto zoomando leggermente. Per questo motivo, siccome in primo piano presentava delle persone in movimento, ho deciso di tagliare la foto subito sotto le scarpe di queste ultime, mettendo perfettamente centrale la figura maestosa del Duomo.

Per far sì che il soggetto sia perfettamente dritto (ed evitare le foto leggermente storte o poco in piano) potete farvi aiutare direttamente da Lightroom, nella sezione “correzione obiettivo”.

Cliccando sul tasto “Completo” vedrete la vostra foto modificata e raddrizzata. A volte il risultato finale non vi soddisferà molto: in questo caso andate ad agire manualmente usando lo strumento “Ritaglia e raddrizza” che trovate subito sotto l’istogramma (il primo tasto).

Se la foto sarà di vostro gradimento procedete con l’esportazione.

Vi mostro l’effetto prima-dopo (tanto in voga sulle storie di Instagram): mi spiace aver dovuto tagliare leggermente la foto per far sì che rientrasse nel collage creato velocemente sul web. L’effetto potete notarlo comunque facilmente!

come editare una foto

Vi è piaciuto questo “tutorial”su come editare una foto? Altre foto del Duomo potrete trovarle sul post dedicato al Duomo.

Related post

Visitare il Duomo di Milano: tutto quello che devi sapere

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *