Chiesa del Gesù: il barocco siciliano a Palermo

La Chiesa del Gesù è un capolavoro artistico che mi ha lasciati di stucco.

Mi tocca ammetterlo: è una delle chiese più belle e ricca di dettagli che io abbia mai visto; credo proprio che non riuscirò mai più a dimenticarla.

Ho deciso quindi di dedicare un articolo nel quale darò le principali informazioni per la visita al complesso e alcuni cenni storici e artistici.

Casa Professa, info utili alla visita

cupola chiesa del gesù
arte chiesa del gesù

La Chiesa del Gesù, nota ai palermitani come Casa Professa, è situata in Piazza Casa Professa.

Una volta al suo interno bisognerà pagare il biglietto d’ingresso. Per la sola visita della chiesa il prezzo è 2 euro, per l’intero complesso il prezzo è 5 euro.

Gli orari di visita vanno dalle 9:30 alle 13:30 dal lunedì al sabato anche se in estate si procede con orario continuato (non so indicarti con precisione l’orario di chiusura ma posso assicurarti che la nostra visita è avvenuta nel pomeriggio).

Altre particolari informazioni utili non credo ce ne siano quindi possiamo procedere con alcuni cenni storici.

Chiesa del Gesù, storia e percorso museale

rappresentazioni casa professa
marmo chiesa del gesù palermo

Uno dei più importanti monumenti sacri, uno dei più importanti capolavori dell’arte barocca siciliana e una delle più articolate e colorate chiese di Palermo: la Chiesa del Gesù necessita di essere inclusa nel tuo itinerario di visita di Palermo.

Durante il periodo del regime spagnolo, il primo nucleo di Gesuiti si insediò in questa zona e più precisamente presso il convento dedicato alla Madonna della Grotta, che sorgeva nell’attuale posizione della Cappella di Sant’Anna.

Ben presto iniziarono ad acquistare potere nel territorio urbano e fondarono la chiesa gesuita; solamente nel 1636 prese il nome di Chiesa del Gesù.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, un bombardamento aereo distrusse la cupola, il soffitto della navata centrale e alcuni pilastri ed altari. La chiesa su prontamente ricostruita e raggiunse la sua piena magnificenza nel 1954.

La facciata

Ok, devo ammetterlo, la facciata non è uno dei particolari che più mi ha stupito della chiesa; sono fermamente convinto che la bellezza della Chiesa del Gesù sia proprio al suo interno.

La facciata ha linee del tardo cinquecento; da notare la statua della Madonna della Grotta con Gesù Cristo nella zona centrale dell’ingresso principale.

L'interno

chiesa del gesù soffitto navata centrale
dettagli casa professa

Visitando l’interno della Chiesa del Gesù bisogna stare attenti a non rimanere incantati. Tutto è studiato alla perfezione, ogni minimo dettaglio non è meritevole di critica, i colori sono divinamente dosati.

La pianta presenta una croce latina con tre navate. Le decorazioni celebrano la gloria di Gesù e della Madonna, arricchite da motivi floreali ed animaleschi.

Il soffitto della navata centrale, dopo essere stato riportato in vita a seguito del bombardamento,  è stato portato al culmine della sua bellezza: tanto colore e una rappresentazione talmente bella e curata da sembrare animata.

Visita tutte le cappelle (compreso il presbiterio in totale sono 15), una più belle e curiosa dell’altra.

La Sacrestia, l'Oratorio, la Cripta e il percorso museale

All’interno della Sacrestia si trova un armadio ligneo finemente curato e un imponente crocifisso seicentesco.

L’Oratorio della Croce e Martorio di Cristo, detto anche del Sabato, è uno dei capolavori settecenteschi dell’arte palermitana, riccamente decorata a stucco.

Il percorso museale si snoda in diverse sale nel quale poter ammirare arte sacra dell’Ordine Gesuita, oreficeria siciliana, sculture e quadri.

Alla Cripta si accede dall’area museale: nell’area di sepoltura, un tempo riservata ai padri gesuiti, andavano deposti i confratelli non più in vita, dopo aver subito un processo di essiccamento.

Spero che questo breve post sulla Chiesa del Gesù di Palermo ti sia servito; se così fosse ti invito a iscriverti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato (no spam, lo giuro).

Ti invito anche a seguirci sui social network. Siamo presenti su Facebook, Instagram, Pinterest e Twitter.

A presto.

Iscriviti alla Newsletter!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *