3 aspetti positivi (e 3 negativi) di Porto Venere

Sono stato a Porto Venere, questo ormai è chiaro se avete letto l’articolo su Porto Venere. Non finisce qui… Volevo ancora sottolineare 3 pareri positivi (e 3 negativi) di Porto Venere.

Un articolo sbrigativo ma che potrà servire a tutte le persone dirette a Porto Venere in futuro.

Cominciamo subito…

Porto Venere

3 aspetti negativi di Porto Venere

  • Parcheggio Gemelli

E’ il primo del quale vi voglio parlare in quanto il primo nel quale ci siamo imbattuti.

I parcheggi sono molto rari e quindi complicati da trovare. In realtà sono parecchi (tutti a pagamento) ma se volete evitare di percorrere diversi chilometri per raggiungere il centro potreste imbattervi nel Parcheggio Gemelli, come è successo a noi.

Si trova a pochi passi dal centro e dai ristornati sul lungo mare ma ve lo sconsiglio.

Intanto il prezzo, qualcosa tipo 3 euro ad ogni ora; secondo motivo: è strettissimo, complicato parcheggiare ma soprattutto uscire. Gli spazi sono talmente piccoli che per raggiungere la sbarra che permette l’uscita dal parcheggio, dovrete fare diverse manovre (molte macchine hanno lasciato parte della loro vernice a causa delle manovre, lo dimostrano le righe colorate sui muri!).

Se proprio siete disperati, il mio consiglio è farvi una bella camminata!

  • Avarizia

Si dice che i liguri siano molto “braccino corto“. Bene, per alcuni aspetti ho avuto la conferma.

Ci siamo imbattuti in una delle poche panetterie aperte per mangiare un pezzo di focaccia al volo prima di ricominciare la nostra visita.

Abbiamo ordinato un trancio di focaccia di Recco e uno di focaccia con il pesto (entrambi circa 3 Euro). Quando la ragazza ci ha portato il piattino striminzito ci è venuto quasi da ridere. Il pezzo di focaccia era talmente piccolo da stare perfettamente in centro al piattino, roba da “due morsi e hai finito”.

Ho avuto anche la fortuna di vedere come la ragazza spalmava il pesto sulla focaccia: la punta del coltello a malapena cosparsa di pesto e una gran cura nel far credere di averlo distribuito lungo tutta la lunghezza del pezzo striminzito di focaccia.

Un po’ imbarazzante…

  • Negozi e ristoranti chiusi

Sarà stata colpa nostra che siamo andati nel mese di Febbraio, eppure questo aspetto mi ha creato un pizzico di tristezza. Per le vie centrali di Porto Venere tutti i negozi (pure quelli di souvenir) erano chiusi.

Per di più alcuni ristoranti nelle ore di pranzo/cena erano chiusi (forse per ferie??)

Va bene, ci accontenteremo di un trancio di focaccia, abbiamo pensato. Mmmh (vedi punto due)…

3 aspetti positivi di Porto Venere

  • Tranquillità

Porto Venere è il luogo ideale dove rilassarsi. Silenzioso, una vista unica e tanta natura. 

Aria fresca da respirare in qualunque posto in cui ti trovi. Io ho adorato particolarmente il giardinetto ai piedi del Castello di Porto Venere.

  • Prezzi dei ristoranti accessibili

I pochi ristoranti aperti offrivano ottimi menù a prezzi fissi. Inoltre la possibilità di scegliere piatti alla carta. La seconda è stata la nostra scelta.

I prezzi dei singoli piatti erano molto accessibili e la qualità del cibo (pesce soprattutto) di ottima qualità. Ecco alcune foto dei piatti.

ristorante porto venere

Un ristorante che mi sento di consigliare è “Il Timone“.

  • La bellezza del posto, patrimonio dell’UNESCO

Questo è sicuramente l’aspetto primario.

Un posto da favola con orizzonti sul mare da lasciare senza fiato. Anche per questo motivo Porto Venere e le sue isolette fanno parte dei patrimoni dell’UNESCO. Non posso che lasciarvi con una foto di Porto Venere.

Porto venere Grotta di Lord Byron

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Jules ha detto:

    Non ci sono mai andata, devo rimediare! Anche io ho appena pubblicato un post sulla Liguria che ormai ho girato in lungo e in largo e ci trovo gli stessi difetti! 🙂 Però è molto bella e merita di essere visitata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *